PICK THE PEAKS: LE CLASSIFICHE
Pick The Peaks, la seconda edizione va in archivio. Singoli e team: vincono gli outsider. Ma Leonardo Pezzoli, campione uscente, si consola con la vittoria nella classe epoca

La seconda edizione del Pick The Peaks finisce con la vittoria assoluta di un bresciano che, un anno fa, s'era piazzato soltanto quattordicesimo tra i singoli e diciottesimo nell'assoluta: è Nicola Lenzi, figlio di quel Vincenzo che vinse un'edizione negli anni Ottanta e che ci ha dato l'ispirazione per rimettere in pista questa entusiasmante sfida (nella foto li vedete insieme, sulle Alpi Apuane). Nicola è del nord, ma s'è trovato decisamente a proprio agio sugli Appennini, che hanno richiesto un approccio più scanzonato e fantasioso rispetto alle Alpi. Questo è stato l'elemento chiave dell'edizione 2016: occorreva una mentalità diversa per vincere. Le Alpi sono più rigorose e "affidabili". Il vincitore del 2015, Leonardo Pezzoli, lo ha detto fin da subito che quest'anno la cosa gli piaceva di meno, ma ha comunque vinto nella categoria "Epoca". Quanto ai team, anche qui a vincere è stata la famiglia "Geko Giallo", composta da padre, madre e figlio che hanno rischiato di vincere pure la classifica assoluta. Un anno fa, correndo da single (ma sempre col figlio seduto dietro), papà Massimo era arrivato 22° di categoria e 32° assoluto. Comunque l'edizione di quest'anno, dove si poteva usare solo una moto, ci dice che la maggior parte preferisce le stradali alle enduro (nonostante gli sterrati non mancassero) e che la stragrande maggioranza dei partecipanti arriva dal Nord Italia. A seguire le classifiche di quanti hanno conquistato tutti e dieci i picchi richiesti: pochi rispetto agli iscritti (133). Troverete foto e commenti sul numero di dicembre 2016 della rivista Motociclismo, mentre le premiazioni saranno sabato 12 novembre all'Eicma, allo stand di Motociclismo (M44, padiglione 14), alle 15.30.

 

CLASSIFICA SINGOLI

 

1) Nicola Lenzi (BMW F 650 GS bicilindrica) 19.872

2) Giorgio Serra (Triumph 675 Street Triple) 19.078

3) Luca Fonio (BMW R 1200 R) 19.024

4) Enrico Tamagnone (KTM 690R Enduro) 18.854

5) Fulvio Vanetti (Suzuki V-Strom 650) 18.541

6) Cosma Lazzeri (Honda VFR1200 Crosstourer) 18.497

7) Luigi Di Paolo (Suzuki Bandit 650) 17.804

8) Tiziano Minghetti (KTM 990 Adventure) 17.715

9) Leonardo Pezzoli (Suzuki V-Strom 1000) 17.682

10) Franco Zoppi (KTM 690R Enduro) 17.468

11) Ivano Dal Corso (Cagiva 900 Elefant) 16.981

12) Ferruccio Giannini (Honda Transalp 650) 16.908

13) Eugenio Caniglia (Honda NC750F) 15.405

14) Roberto Costa (KTM 1190 Adventure) 15.153

15) Lanfranco Sulmoni (BMW R 1200 GS) 14.746

16) Marco Martelli (Yamaha MT-07) 13.784

17) Ercole Caluzzi (BMW R 1200 GS Adventure) 12.730

18) Claudio Zanoni (Moto Guzzi 850 Griso) 12.358

19) Orazio Pale (Suzuki V-Strom 650) 12.048

20) Luca Picarella (BMW R 1200 GS Adventure) 6.994

classifica team

1) Geko Giallo (Massimo Potestà e Silvia Pirro, BMW R 1200 GS e Honda CB500F) 19.179

2) Le Scimmie di Asaro (Tommaso Grazzini e Marco Morgione, Yamaha XTZ660Ténéré e Honda Dominator 650) 18.249

3) Cuti Cuti (Alessio Bisaro e Diego Nadalin, BMW R 1200 GS Adventure e KTM 990 SMC) 17.102

4) M&M's (Marco Costa e Marta Gallina (KTM 990 SMC e Ducati Scrambler 800) 13.333

classifica epoca

1) Leonardo Pezzoli (Honda CB1100F Super Bol d'Or) 14.820

2) Fulvio Vanetti (Honda Gold Wing 1000) 9.901